bullet

COMPORTAMENTO IN CASO DI VOMITO INSISTENTE

Il vomito può comparire:

  1. In caso di CHETOACIDOSI
  2. In caso di IPOGLICEMIA ed essere aggravato dall’eventuale somministrazione di Glucagone
  3. In caso di DISTURBI DELL'APPARATO DIGERENTE (gastroenteriti)

TRATTAMENTO

1° caso CHETOACIDOSI
Si interrompe la somministrazione delle insuline ad azione protratta e si inietta soltanto insulina pronta ogni 4 ore basandosi sui valori glicemici del momento. Indicativamente la dose da somministrare ogni 4 ore potrà variare da un massimo di 1/6delle unità che il bambino richiede globalmente nella giornata prima della malattia ad un minimo di 1 - 2 unità o anche nulla se la glicemia è bassa.

2° caso IPOGLICEMIA
dare da bere bevande fredde zuccherate a piccole quantità (la Coca-Cola va bene) o zucchero fino a che la glicemia e le condizioni cliniche non siano normalizzate.

Fino ad allora non iniettare insulina, poi iniettarla tenendo conto del ritardo con cui l'insulina è somministrata (può essere il caso di usare solo insulina pronta invece della miscela pronta più ritardata): ricordarsi in seguito anche di diminuire l'insulina nel cui orario di azione si è verificata l'IPOglicemia.

3° caso VOMITO in corso di gastroenterite
Un possibile comportamento è il seguente

[ A ] SE L’INSULINA E’ STATA GIA' SOMMINISTRATA, controllare spesso la glicemia:
bulletse la glicemia è inferiore a 120 mg/dl dare piccole dosi di bevande zuccherate
bulletse la glicemia è inferiore a 120 mg/dl ed il vomito è persistente, ricoverare in ospedale

[ B ] SE L’INSULINA NON E’ STATA ANCORA SOMMINISTRATA
bulletsomministrare il 60% della dose di insulina ad azione protratta
bulletnon somministrare insulina rapida fino a che il bambino non si rialimenta
bulletse la sintomatologia si protrae prendere gli stessi provvedimenti del puntoA ]

Se il vomito persiste a lungo ed il bambino appare poco reattivo e rifiuta di bere mettersi in contatto con il medico.

Home page | Menù emergenzeMenu' autocontrollo domiciliare